EDITORIALE >> SemiFinali Coppa Italia

EDITORIALE >> SemiFinali Coppa Italia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

:: Semi Finali COPPA ITALIA
 
 
A cura di Francesco Saracino
Mail: press@torneicalcio.it
 
 
>> FOCUS 
 
 
⚽ WOLFSBURG – CELTIC 3 - 0

Roma, 8 Marzo, "Campo A” – Ci siamo: semifinale di coppa Italia, ci si gioca il tutto per tutto.
I biancoverdi, squadra giovane in cui spicca un sontuoso Mattei, ha perso clamorosamente nell’ultima sfida contro il Frosinone.
Di fronte, un Celtic spigoloso: i ragazzi anglosassoni infatti combattono fino all’ultimo, senza mollare un centimetro in mezzo al campo.
Si prevede una sfida pirotecnica, e la gara che ne deriva assume i connotati di un big match.
Mattei parte dalla panchina in casa Liverpool, e la sua assenza si fa sentire.
A partire dal suo ingresso, cambia radicalmente la musica.
Al minuto 20’, è il capitano a determinare il vantaggio: il suo calcio di rigore è letale.
 
Nella seconda frazione di gioco, non muta l’inerzia della gara.
Il Celtic non riesce in ripartenza a punire, complice senz’altro l’assenza di uno strepitoso Buonfiglio.
Il fraseggio dei teutonici è articolato, e la presenza di un aggraziato Mattei, complica i piani dei britannici.
Il fantasista tedesco sguscia come vuole tra le linee, ed è lui il vero asso nella manica per i sassoni.
Al minuto 29’, è Messere protagonista assoluto, e con la sua segnatura, crolla il fortino scozzese: il suo destro dal limite è imparabile.
Al minuto 45’, chiude la gara Marzolini, con una volée derivante da un corner partente da destra.
Mentre il Celtic si lecca le ferite, il Wolfsburg vince, e convince, competendo non soltanto fino all’ultimo per il campionato: la Coppa Italia è lì, e nessuno vuole farsela sfuggire.
 
Man of the Match: Mattei ( Wolfsburg ). Nonostante l’eccessiva “ garra”, dovuta all’importanza della gara, l’attaccante tedesco espone tutto il proprio arsenale. Destro, sinistro, classe e soprattutto una potenza inaudita, data l’età ed uno strapotere fisico ancora non maturato.
Il ragazzo cresce, e nel frattempo, dimostra qualità fuori dal comune.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
⚽ WEST HAM – ROMA 4 - 3

Roma, 8 Marzo, "Campo A” – Interessante la sfida tra Hammers e giallorossi.
La compagine di capitan Sarrocco infatti, nonostante un campionato di alti e bassi, vuole a tutti i costi bissare il successo della scorsa stagione.
I romanisti infatti, nella scorsa edizione, sollevarono la coppa, vincendo un match ricordato negli annali della Federazione Calcio a Otto.
Al minuto 3’, è il West Ham a passare: Curti D. salva un paio d’avversari sull’out di destra, e calcia sul secondo palo con forza.
Il raddoppio è repentino: al minuto 4’, è il fratello Curti A. ad essere l’attore principale: conclusione dal limite, e raddoppio immediato.
 
Nei seguenti venticinque minuti, esce allo scoperto la forza straripante della Roma.
Nonostante infatti la rete al minuto 26’ di Meloni del West Ham, i calciatori della Capitale caricano a testa bassa, con un agonismo ed uno spirito d’abnegazione inaudito.
Tra il minuto 31’ ed il minuto 39’ si scatenano Conti e D’Orsi.
Al minuto 31’, il primo, complice un errore grossolano dell’estremo difensore inglese, dalla tre quarti accorcia le distanze.
Al minuto 35’, è D’orsi a portarsi a spasso l’intera difesa avversaria, ed a calciare ad incrociare sul palo più lontano.
La seconda marcatura galvanizza i giallorossi, che ancora con D’Orsi, reperiscono un insperato pareggio.
Il furetto infatti, al minuto 40’, calcia ancora magistralmente.
Quando proprio sembrava che la gara fosse indirizzata verso i calci di rigore, giunge l’inaspettata ed ultima rete in casa inglese.
Proprio allo scadere della gara, Curti D. , di piatto non può fallire.
La partita raccoglie emozioni continue, e all’ultima azione, ci pensa Giuggioli a garantire la finale al West Ham: il portiere si distende con fermezza e nega i calci di rigore.
Il West Ham strappa con le unghie e con i denti il biglietto per la finale, contro una Roma che fino alla fine, ha venduto cara la pelle.
 
 
 
Man of the Match: Curti D. ( West Ham ). Sebbene la gara nel finale sembrerebbe prendere una piega difficile, il calciatore londinese mantiene la calma e riesce a garantire, con una performance dominante, un risultato superlativo.
Curti si carica la squadra sulle spalle e lancia un messaggio chiaro: il West Ham quest’anno vuole prendersi tutto.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
 
 
 
 
 
 
 
 
 
:: 4^ COPPA ITALIA
 
 
A cura di Francesco Saracino
Mail: press@torneicalcio.it
 
>> FOCUS
 
⚽ PSG – ROMA 2 - 6

Roma, 1 Febbraio, "Campo B” – Per i quarti di finale di Coppa Italia, si affrontano Roma e Psg.
Ambedue le compagini lottano per risalire la china, in un campionato sinora indecifrabile.
Pronti via, ed è la Roma a spingere sull’acceleratore, al minuto 3’: la conclusione a giro di Benedetti è letale.
Immediato il pareggio transalpini: al minuto 5’, Palermo s’insinua centralmente e punisce l’estremo difensore romanista, con un astuto colpa di testa.
Tra il minuto 7’ ed il minuto 8’,Bruni e Lucci indirizzano chiaramente il match: i due potenti tiri danno una forte impronta alla gara, a favore della Roma.
Al minuto 15’, ci pensa Granieri ad accorciare le distanze, con un diagonale chirurgico.
Si chiude così una prima frazione di gioco scoppiettante.
 
Nei seguenti venticinque minuti, muta profondamente l’inerzia del match.
Il Psg è stanco, e la Roma, con i tenori offensivi, colpisce.
Dà il via alla giostra del goal Benedetti, al minuto 28’: la sua volée è entusiasmante.
La sinfonia giallorossa prosegue imperterrita.
Al minuto 31’, è Puzielli a dare il colpo del k.o, con un destro secco.
Proprio allo scadere, suggella la gara nuovamente Benedetti, complice una grave incertezza del portiere.
La Roma vince, stacca il pass per la semifinale, e sogna in grande.
 

PAGELLE
 
PSG:
 
Granieri, Palermo 6.5: fino alla fine, ci sono. AUDACI
Salvati 6: in difficoltà. BALBETTANTE
Bartalucci, Gentile 6: sussulto nel finale. ORGOGLIOSI
Bonello, Baldini, Fortes 6: a tratti. RIVEDIBILI
 
 
ROMA:
 
Bruni 7.5: in giornata. SMAGLIANTE
Lucci 7: sguscia come vuole. FRIZZANTE
Benedetti 7: reti in serie. IMPAVIDO
Puzielli, Egidi 7.5: strappano e ripartono. MAGISTRALI
Sarrocco, Calizza, Conti 7: corsa irrefrenabile. INSTANCABILI
 
 
 
 
 
 
 
⚽ CELTIC – FROSINONE 3 - 1

Roma, 1 Febbraio, "Campo B” – Caduta libera.
Così è descrivibile il percorso dei ciociari, nelle ultime partite.
Dopo una serie di cinque successi consecutivi, i frusinati si perdono.
Alla sconfitta col Parma, segue infatti la dèbacle contro gli organizzati scozzesi, ai quarti di finale di Coppa.
La compagine biancoverde, avente una punta di diamante come Buonfiglio, è squadra vera, e questo successo lo certifica.
Il sostanziale equilibrio volge al termine al minuto 18’. Sugli sviluppi di un corner partente dall’out mancino, i difensori italiani lasciano libero Frattarelli sul secondo palo, che di testa, porta in vantaggio i suoi.
Nemmeno il tempo di festeggiare, che al minuto 20’, il Celtic raddoppia.
Amorosino è protagonista in negativo con un’uscita indecorosa, Buonfiglio è lesto nell’approfittarne: 2-0 Celtic.
 
Nella seconda frazione di gioco, il Frosinone attacca disordinatamente.
I gialloblu si riversano nella metà campo avversaria, e Morelli, al minuto 28’, in seguito ad un lungo rilancio, riesce a trafiggere l’estremo difensore britannico.
La marcatura della punta laziale non risveglia i suoi.
Al minuto 32’, giunge infatti l’inevitabile terza marcatura.
Maiolatesi fallisce clamorosamente un semplice appoggio, e Campi, chiude definitivamente la partita.
 
 
PAGELLE
 
CELTIC:
 
Buonfiglio 7: esperienza al servizio della squadra. SAGGIO
Frattarelli, 7: geometrie a profusione. METRONOMO
Campi D., Campi P. 6.5: forza esplosiva. ESALTANTE
Andreani, Cristiani, Pierelli 7.5: gioventù necessaria. BRIOSI
Falcone 6.5: chiude, e getta la chiave. SARACINESCA
 
 
FROSINONE:
 
Amorosino 5.5: male. ASSENTE
Aquilano, Zanco 6: non incidono. ALTALENANTI
Ruffo, De Sanctis 6.5: gettano il cuore oltre l’ostacolo. CORAGGIOSI
Morelli T. 6.5: una rete e poco altro. CLAUDICANTE
Morelli S., Quintili 6: un tocco di troppo. BALBETTANTI
Maiolatesi 6: non riesce a cambiare passo. STATICO
 
 
 
 
>> LE ALTRE SFIDE
 
 
 
⚽ WOLFSBURG – BORUSSIA DORTMUND 9 – 5
 
Insaziabili.
Così sono definibili i teutonici, che con nove marcature, sconfiggono i connazionali.
Mattei e Mataldi sono una sentenza per i gialloneri, che salvano una prestazione indecorosa, con la performance di Tinoco.
 
 
 
⚽ WEST HAM – FIORENTINA 10 – 2
 
Non c’è storia.
La capolista annichilisce senza se e sanza ma una zoppicante Fiorentina.
Scrocca e Attilia sono feroci in area di rigore, ed i risultati sono lampanti.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
:: 8^ COPPA ITALIA
 
 
A cura di Francesco Saracino
Mail: press@torneicalcio.it
 
 
>> FOCUS
 
 
⚽ PARMA – BORUSSIA DORTMUND 2 - 6

Roma, 11 Gennaio, "Campo A" – Sorprendente e pirotecnica.
Sono questi gli aggettivi descriventi la gara tra gli emiliani ed il panzer teutonico.
Il Parma, con un assetto giovane e spensierato, mostra una certa qualità di gioco, nonostante il deludente risultato finale.
La gara infatti è stata dai due visi: un primo tempo combattuto ed equilibrato vs una ripresa a tinte giallonere.
Pronti via, ed è infatti il Parma a passare: al minuto 10’, Abate apre il compasso e con una conclusione chirurgica trafigge l’incolpevole estremo difensore tedesco.
Il pareggio è repentino: Ramon Rea chiude con dovizia un’azione magistrale.
Si chiude così una prima frazione di gioco, caratterizzata da una sostanziale equità tecnico-tattica.
I seguenti venticinque minuti mutano radicalmente l’inerzia della gara.
Tra il minuto 30’ ed il minuto 45’, Mollocana, Tinoco, e nuovamente Ramon Rea con una prestazione sontuosa, annichiliscono i parmensi.
A nulla difatti è servita la segnatura di Facciola, davanti alla straripanza atletica e tecnica dei sudamericani.
 
PAGELLE
 
BORUSSIA DORTMUND:
 
Ramon Rea 7: grande spolvero. SMAGLIANTE
Mollocana 7.5: preciso sotto porta. DETERMINANTE
Tinoco 7.5: incredibile il suo apporto alla gara. MASTODONTICO
Tinoco P. 6: tiene in vita i suoi. AUDACE 
Tinoco D. 6.5: fisicità a profusione. POSSENTE
Mocktar, Iza, Mollocana P. 6: utili nella sinfonia del Borussia. PRESENTI
 
 
PARMA:
 
Abate 7: svanisce presto la magia. ILLUSORIO
Facciolla 7: non depone le armi, fino alla fine. CORAGGIOSO
Greco 6.5: apporto rilevante. UTILE
Pagnotta 6: cuore oltre l’ostacolo. PRECISO
Saviano, D’Ambra, Cozza 6: in evidenza con delle ottime chiusure. PUNTUALI
Ciacco 6.5: sicuro tra i pali. IMPORTANTE
 
 
 
 
 
 
 
⚽ FROSINONE – MANCHESTER UNITED 7 - 1

Roma, 11 Gennaio, "Campo B" – Lineare e preciso.
E’ così il percorso dei ciociari, che in seguito ad un esordio altalenante nel circuito, giungono alla quarta vittoria consecutiva.
Stavolta, sono i cugini Morelli gli artefici di una vittoria roboante.
Pronti via, ed il Frosinone pone immediatamente in chiaro la situazione.
Tra il minuto 10’ ed il minuto 25’, Morelli, De Santis e Zanco, chiariscono immediatamente la situazione, con un poker rilevante.
La seconda frazione di gioco si apre con la sorprendente segnatura dello United.
Tacconi, al minuto 30’, dal limite dell’area punisce l’incolpevole Amorosino.
E’ illusoria però la rete del calciatore anglosassone.
Zanco, ed ancora Morelli, chiudono la gara, senza se e senza ma, per un 7-1 perentorio.
Il Frosinone ringrazia, e stacca il pass per i quarti di finale.
 
PAGELLE
 
FROSINONE:
 
Amorosino 7: alto livello. ALTISONANTE
Morelli S., Maiolatesi 7: geometrie a profusione. METRONOMO
Morelli T. 8: punta d’eccezione. STRAORDINARIO
De Santis, Zanco 7: terzini, a sostegno della manovra. PREMINENTI
Ruffo 6: poco. CLAUDICANTE
Quintili 6.5: anticipi su anticipi. INVALICABILE
 
 
MANCHESTER UNITED:
 
Anncehiarico, Baronci 5.5: non nel vivo del gioco. SPAESATI
Cordella 6: non all’altezza. ASSENTE
D’Ausilio, Moretti 6.5: tanto sacrificio. CORIACEI
Taccone 6: rete inutile. VANO
Costanzo, Navarra 6: poco nel vivo del gioco. SPAESATO
 
 
 
 
 
 
 
>> LE ALTRE SFIDE
 
 
 
⚽ PSG – MILAN   8 – 4
 
I transalpini, con otto reti, sconfiggono un Milan zoppicante.
Le otto marcature esplicano il valore di un PSG che giunge ad un’importante vittoria, nonostante le plurime occasioni. 
Granieri e Salvati suggellano la partita per i francesi.
 
 
 
⚽ DANUBIO – FIORENTINA 2 - 6 
 
Finalmente Fiorentina! Sei marcature sono essenziali per i toscani, per staccare il pass dei quarti.
L’esperienza del Danubio a nulla è servita, di fronte ai calciatori fiorentini.
Prudenti e Marsella si configurano come il quid , per una vittoria preziosa.