EDITORIALE >> 12^ Giornata

EDITORIALE >> 12^ Giornata

 
 
 
 
 
A cura di Francesco Saracino
Mail: press@torneicalcio.it
 
 
>> FOCUS
 
 
FROSINONE – ROMA 2 - 1

Roma, 15 Marzo, "Campo A" – Ancora loro.
I ciociari, in seguito alla sorprendente vittoria contro i tedeschi del Wolfsburg, non mollano la presa, e vincono anche contro i giallorossi.
La compagine guidata da capitan Sarrocco infatti, nonostante un assetto tecnico di assoluto livello, soffre l’assenza dell’estremo difensore titolare.
Pronti via, ed è subito il Frosinone a partire col piede sull’acceleratore: Tamaro è la punta di diamante di una squadra giovane, che necessita di una guida importante in mezzo al campo.
Al minuto 10’ infatti, è il centravanti gialloblu a suonare la carica: la scorribanda sull’out di destra non è vana, e la conclusione conseguente è imparabile per Della Guerra.
In casa Roma, il capitano riesce ad ammorbidire i profusi attacchi in casa frusinate, e con diverse sortite, mette in difficoltà un sontuoso Amorosino.
 
Nella seconda frazione di gioco, la Roma è arrembante.
Puzielli scalda il piede con molteplici tiri dal limite dell’area, ma è Bruni a raggiungere il pareggio.
Al minuto 35’, in seguito ad una mischia dentro l’area di rigore, il fantasista confonde l’intera difesa avversaria e trafigge il portiere avversario.
La marcatura del pareggio non spaventa i giovani ciociari, che al minuto 45’, hanno la forza di reagire prontamente: Bernardi dentro l’area di rigore è lesto nel ribadire in rete.
Si chiude così una gara altamente godibile: entrambe le formazioni, fino alla fine, daranno filo da torcere alle capoliste.
 
 
PAGELLE
 
 
FROSINONE:
 
Tamaro 8: appena può, punge. RAPACE
Bernardi 8: non sbaglia nulla. MASTODONTICO
Amorosino 6.5: molto impegnato. SICUREZZA
Maiolatesi 8: pennellate su pennellate. CHIRURGICO
Quintili 7: sacrificio a disposizione della squadra. CORIACEO
Ranucci, Zanco 6.5: si dannano per i compagni. INESAURIBILI
 
 
ROMA:
 
Sarrocco S. 7: non molla un centimetro. AUDACE
Della Guerra 6: c’è. PRESENTE
Bruni 7: è suo il timbro. IMPORTANTE
Puzielli 6: poco presente nella manovra. SUFFICIENTE
Sarrocco C. 6: il fritto. STRENUO
Calizza, Lucci, Egidi 6: cuore oltre l’ostacolo. CORAGGIOSI
 
 
 
 
 
 


PARMA – MANCHESTER UNITED 1 – 1

Roma, 15 Marzo, “Campo A” – Le due formazioni si affrontano a viso aperto, nella dodicesima giornata di campionato.
Di fronte ad un Parma d’elevatissima caratura, si pone una matricola del circuito, il Manchester United.
Nemmeno il tempo di iniziare, ed è il britannico Taccone ad aprire le danze: il suo tiro da centrocampo è da stropicciarsi gli occhi.
La marcatura repentina rianima gli emiliani, che si riversano nella metà campo avversario.
Il canovaccio tattico è di agevole lettura: al fraseggio gialloblu, risponde veementemente lo United.
D’Ambra e Greco sono ispirati, ma con difficoltà reperiscono il pertugio adatto.
 
 
Nella seconda frazione di gioco, il Parma è superlativo.
I profusi attacchi in casa emiliana, al minuto 35’, producono l’effetto desiderato: Abate in contropiede è letale.
La marcatura che determina il risultato di parità, scuote gli anglosassoni, che fino all’ultimo, cercano l’impresa, senza però l’esito auspicato: Greco, con due interventi sontuosi, chiude a chiave la propria porta e regala un punto prezioso agli italiani.
Il Parma rallenta, ma rimane nei piani alti della classifica.
Per contro, la performance esaltante dello United provoca pensieri contrastanti: con questo spirito, potrà mettere in difficoltà le prime della classe? 

PAGELLE
 
PARMA:
 
Greco 7.5:  altra categoria. STRENUO
D’Ambra 8: tecnica da vendere. SIGNORILE
Saviano 8: velocità spiazzante. FULMINEO
Abate 7: un goal pazzesco. AMMIREVOLE
Facciolla, Pagnotta, Cozza 6.5: grande contributo all’orchestra parmense. ARMONICI
 
 
MANCHESTER UNITED:
 
Taccone 7: accende la luce ad inizio match. FENOMENALE
Bosello 6.5: crea pericoli da fuori area. PUNGENTE
Ferrara, D’Ausilio 7: sostanza e poco altro. ATTENTI
Neagu, Avorio, Cordella 6.5: sostanza e poco altro. DUTTILE
Navarra 6: non può nulla difronte alle scorribande avversarie. ATTENTO
 
 
 
 
 
 
 
>> LE ALTRE SFIDE
 
 
 
BORUSSIA DORTMUND – CELTIC 3 - 3
 
Le due formazioni lottano, ed il pirotecnico pareggio finale, è la riprova del valore tecnico delle due compagini.
Di fronte alla gioventù scozzese, il Borussia, con uno strapotere fisico, non è da meno.
Tre sono le reti per parte: Buonfiglio è il consueto attore principale della sfida.
In casa Dortmund, è Figueroa ad esser protagonista: è lui nel finale di gara a regalare il pareggio.
 
 
 
 
WOLFSBURG – MILAN 13 – 1
 
Dèbacle senza precedenti per il Milan.
La forza del Wolfsburg è straripante, con giocatori del calibro di Marzolini, Mattei e Salustri: sono tredici le segnature finali. 
L’ unico a salvare la prestazione milanista è Diamanti, autore dell’unica marcatura in casa rossonera.
 
 
 
WEST HAM – FIORENTINA 9 – 2
 
Gli Hammers dilagano.
Nove sono le reti finali: Melappioni, Curti ed Attilia sono letali.
Luzi e Curti D. suggellano un match senza storia.
In casa viola, importante il contributo di Mellillo e Minichiello.