EDITORIALE >> 6^ Giornata

EDITORIALE >> 6^ Giornata

 

 

A cura di Simone Fiorelli

Mail: press@torneicalcio.it
 
 
>> FOCUS
 

⚽ PERUGIA - MANCHESTER CITY 3-4

Roma 13 Dicembre "Campo A" - Il Perugia in FC8 ha dato filo da torcere alla corazzata Machester City, i padroni di casa hanno dato il meglio di loro, arrendendosi solamente al triplice fischio. Gli ospiti dal canto loro, si dimostrano ancora una volta squadra solida ed affidabile, fondamentale per un buon proseguito di campionato.
La partita per gli inglesi sembra essere subito in discesa, con Lefevre che già al quarto minuto trova l’angolino giusto che non lascia spazio al portiere. 1-0
Genovesi al minuto numero quattordici afferma di avere il “killer istinct” ed allunga con una bella marcatura che si aggiunge alle già innumerevoli messe a segno dal ragazzo con la maglia numero dieci.
Lefevre si conferma in un buono stato di forma quando, al trentesimo, sembra mettere la parola fine sul match. Mele prima di andare negli spogliatoi addirittura tira fuori il goal che vale il poker di gruppo, e che sembra lasciare poche speranze ai padroni di casa.
Al ritorno sul rettangolo verde, i Perugini sembrano entrare con un altro piglio, e dopo quattro minuti riaccendono il lumicino della speranza con la marcatura siglata da Francesco Campi, abile nel trovarsi pronto a concludere in porta.
Cristiani al trentottesimo lascia crescere la convinzione di potercela fare, ed incita i suoi con tiro che termina la sua corsa nettamente in fondo al sacco. 4-2
Al quarantunesimo tutto sembra di nuovo esser messo in discussione, con Enrico Frattarelli che accorcia ad una sola rete il divario fra le due squadre. Il tempo però non è mai dalla parte di chi rincorre, e dopo il recupero, il triplice fischio è una doccia gelata per i biancorossi, che vedono vanificarsi gli sforzi del secondo tempo.
Tre punti sudatissimi per gli inglesi, che tornano a casa con la maglia zuppa, ma soddisfatti.
 
PAGELLE
 
PERUGIA:
 
ANDREANI 6: Gioca semplice. PULITO
CAMPI FRANCESCO 7: Moto perpetuo. MOTORINO
CAMPI PIETRO 6,5: Ci mette il cuore. SACRIFICIOCRISTIANI 7,5: Rimette tutto in discussione. CI CREDEVA
FALCONE 6,5: Mette una pezza dove può. UTILE
FRATTARELLI ENRICO 7: Arriva troppo tardi il goal del 3-2. PECCATO
FRATTARELLI FILIPPO 6,5: Concreto. ATTENTO
MAZZAROTTO 6: Ci mette un po’ ad ingranare. DIESEL
UGOLINI 6: Qualche difficoltà. LA PROSSIMA
 
 
MANCHESTER CITY:
 
BRIOTTI 7: Corretto. SPORTIVO
BUTTERONI 7: Si diverte. PASSIONE
GENOVESI 7,5: Quando c’è lui, si sente. UOMO IN PIÙ
IANNOTTI 7: Gioca di prima. RAPIDO
LE PERA 7: Si trova sotto assedio nel secondo tempo. GRANATALEFEVRE 8: Devastante. MVP
PISANI 7: Tiene il passo. RITMO GARA
HUZUN 7: Da ordine. COMANDANTE
MELE 7,5: Gioca per la squadra. UMILE
 
 
 
 
 
 
 
⚽ VALENCIA - ATALANTA 3-7

Roma 13 Dicembre "Campo A" - I Bergamaschi In maglia neroblu si trovano opposti agli spagnoli del Valencia, che cercano riscatto dopo la sconfitta incassata la settimana prima contro il Cagliari.
I padroni di casa non riescono ad ereggere un argine solido difensivo, ed al quarto minuto vedono gli ospiti segnare il goal che vale lo zero-uno ad opera di Piorico.
È ancora una volta Diego, tre minuti più tardi, a buttarla alle spalle di Violi, con una conclusione secca e decisa; impossibile intervenirci sopra.
De Angelis al decimo vuole essere tranquillo dei tre punti e insacca il tre a zero: Ottimo l’inserimento offensivo per il giocatore Atalantino, che trova la gioia personale meritata. Al diciottesimo Pesci infila il cinque a zero, e inizia a preparare in anticipo i titoli finali per il match.
La reazione del Valencia passa per i piedi di Valsecchi e Moneta, che non ci stanno a vedere a zero il tabellone che li rappresenta, provando a suonare una carica che però non sembra scuotere i compagni.
Bianchi chiude la contesa con altre due marcature, Mikhael gli risponde a tono ma solo per non lasciare un gap così netto fra le due compagini.
Al minuto numero cinquanta l’arbitro fischia la fine e manda le due squadre negli spogliatoi, l’Atalanta mette in cascina tre punti che li lanciano in avanti in classifica e porta il morale a livelli buoni. Il Valencia dovrà invertire la tendenza delle ultime gare se vorrà continuare a dire la propria in FC8, c’è tempo, quindi non c’è bisogno di allarmarsi.
 
PAGELLE
 
ATALANTA:
 
BATTISTA 7: Sbaglia niente. PULITO
BIANCHI GIOVANNI 7,5: Gioca sul Velluto. ILLUMINA
CATELLI 7: Forza della natura. GRANDE
DE ANGELIS 7: Famelico. FEROCE
PESCI FEDERICO 7,5: Rapido. SCATTANTE
PESCI FRANCO 7,5: CALMA ZEN. OM
PESCI RICCARDO 7: Sonnecchia. ZZZ
PIORICO 8: Spacca tutto. HULK
SALVICCHI 7,5: Non da scampo. STOP
 
 
VALENCIA:
 
BENASSI 6: Prova a fare qualcosa. LA PROSSIMA
CASTELLANI 6: Un po’ messo in mezzo. TRIANGOLO
GORELLI 6,5: Fiatone. AFFANNO
MIKHAEL 7: Sempre un dei migliori. BRAVO
MONDELLO 6: A tratti. TILT
MONETA 6,5: Fa il suo. SALVABILE
SAKHOUN 6: Perde contrasti. COSÌ NO
VALSECCHI 6,5: Ci sta almeno. PRESENTE
VIOLI 6: Serata difficile. COMPLICATA
 
 
 
 
 
 
>> LE ALTRE SFIDE
 
 
 
⚽ CHELSEA - BOCA JR 3-0 
 
I Blues ne rifilano tre ad un Boca che non riesce ad uscire dal suo momento negativo. Buona solidità difensiva per i padroni di casa e attacco in grande spolvero, con le azioni che hanno sempre trovato un buono sbocco in fase offensiva. Tre punti che serviranno per affrontare al meglio le prossime sfide di Fc8.
 
 
 
⚽ WEST HAM - B.DORTMUND 3-5 
 
Un po’ a sorpresa il West Ham esce sconfitto dal rettangolo verde contro il Borussia Dortmund, che comunque si prende tutti gli applausi per aver giocato una partita di altissimo livello e di grande intensità. Il 3-5 finale è lo specchio di un incontro frizzante, che ha lasciato tutti con la voglia che non finisse così presto. Bravi tutti e testa alle prossime giornate.
 
 
 
⚽ CAGLIARI - ARSENAL 1-0 
 
Scontro con poche marcature quello che vede opposti i Cagliaritani ed i Gunners. A spuntarla al termine dei cinquanta minuti regolamentari sono i padroni di casa, che pur facendo economia in zona offensiva, trovano comunque la rete che vale i tre punti pieni; ciò che poi veramente conta. L’Arsenal è apparso un po’ dormiente, ma comunque ordinato come collettivo.