EDITORIALE >> 6^ Giornata

EDITORIALE >> 6^ Giornata

 

 

A cura di Simone Fiorelli
Mail: press@torneicalcio.it
 
 
>> FOCUS
 
 
⚽ PERUGIA - PARMA 5-2

Lunedì 16 Dicembre "Campo A" - L’incontro fra Perugia e Parma è la perfetta contrapposizione fra stili di gioco molto differenti: Gli Emiliani fanno del reparto offensivo la loro arma principale, grazie a scambi rapidi nello stretto e ripartenza fulminee, il Parma dal canto suo cerca di tenere il campo lasciando il pallino del gioco in mano ai loro avversari e rispondendo con manovre meno elaborate, che si sono dimostrate poco efficaci al fine del risultato.
Fra i padroni di casa c’è stato grande affiatamento; Gaiani fra i pali si è dimostrato molto affidabile, con belle parate anche sotto il punto di vista stilistico.
Carfagna è stato l’uomo in più per tutto il corso dei cinquanta minuti, il numero dieci infatti, oltre a siglare una doppietta pesantissima ha corso e rincorso per tutto il tempo, non lasciando mai tregua ai rivali.
Fassi, Micari e Palombelli impreziosiscono la loro prova sul rettangolo verde con una marcatura a testa; tutte le azioni sono frutto di un ottimo lavoro di squadra, con le maglie biancorosse che si sono mosse all’unisono, in modo da aprire spazi invitanti in cui gettarsi per trovare la via del goal.
In casa Parma non c’è molto per cui gioire, anche se c’è da dire che una serata no ogni tanto può capitare, e perciò non c’è da pensare alla prestazione come un punto di arrivo, bensì di ripartenza.
De Cello e Sabia hanno timbrato il cartellino, dimostrandosi o meglio, confermandosi, importanti per il proprio organico. Laterza fra i pali ha sofferto la poca attenzione difensiva, con il numero uno che più volte si è trovato a tu per tu con gli avversari, davanti ai quali si è dovuto inginocchiare per ben cinque volte.
Al termine dei cinquanta minuti il Perugia esulta per i tre punti guadagnati, mentre il Parma torna negli spogliatoi a leccarsi le ferite di una sconfitta scottante, la seconda nelle ultime due settimane, è giunta l’ora di invertire il trend e le qualità, oltre le individualità, per fare meglio ci sono.

PAGELLE
 
PERUGIA:
 
BOCCIA 6,5: Argine. INVALICABILE
CARFAGNA 8: Non ce ne è per gli avversari. FANTASTICO
FASSI 7: Gioca sapientemente. PERSONALITÀ
CIRILLO 7: Non va mai in affanno. SOLIDO
FORGIONE 7: Sempre il soccorso dei compagni. SOS
GAIANI 6,5: Pochi interventi ma buoni. MINIMO
MICARI 7,5: Numero 9 di razza. PUROSANGUE
PALOMBELLI 7,5: Freddo e concreto. TUTTO CIÒ CHE SERVE
 
 
PARMA:
 
BARONE 6: Sulle sue. ASSOPITO
BRAY 6: Titubante. DUBBIOSO
DE CELLO 7: Ci credeva. FORZALATERZA 6: Un po’ frustrato. RABBIOSO
RIVIEZZI 6: Lasciato troppo solo. ALONE
SABIA 7: Bel goal. PREGEVOLE
VERRASTRO 6: Non vive la sua serata migliore. NEXT
VITALE 6: Non carbura in tempo. TROPPO TARDI
 
 
 
 
 
 
 
 
⚽ TOTTENHAM - LIVERPOOL 3-0

Lunedì 16 Dicembre "Campo A" - La fredda serata di Citroencup ha visto sfidarsi i rivali inglesi di Tottenham e Liverpool, con i primi che hanno interpretato un eccellente partita in zona offensiva, ma soprattutto nella propria trequarti. Gli Spurs infatti, hanno eretto un muro invalicabile per tutto il corso del tempo a disposizione degli avversari, con le maglie difensive che non si sono mai staccante fra di loro, coprendo bene il campo e riuscendo così a neutralizzare qualsiasi palla che potesse trasformarsi in una potenziale minaccia per il numero uno Girolami.
Martinez ha trascinato i suoi verso la vittoria grazie a due marcature che hanno dato prova della classe del numero otto, che oltre a proporre una mole consistente di palloni pericolosi per i propri compagni, ha pensato bene di affacciarsi personalmente in zona goal, aggiungerei giustamente visto poi il risultato finale.
A spalleggiare l’Mvp di giornata ci ha pensato Borras Manuel, che con una rete ha contributo a rendere il gap fra le due compagini più sostanzioso; il numero dieci che è apparso visibilmente stanco al termine del tempo regolamentare, conferma di quanto ci tenesse a fare bene per se, e per i propri compagni che hanno lottato al suo fianco.
In casa Liverpool è sembrato non ci fosse grande inventiva negli ultimi metri di campo, con i Reds che non sono mai riusciti ad infilarla dentro, anche se forse avrebbero meritato almeno il goal della bandiera. Mele e compagni non possono e non devono essere soddisfatti del gioco espresso, non tanto per quello che è stato, bensì perché le qualità del collettivo, che restano indiscutibili.
Ed è proprio questo a rendere ancora tutto più amaro per i ragazzi.
Al triplice fischio Tottenham e Liverpool tornano negli spogliatoi con volti molto diversi fra loro. Nonostante lo zero che recita il risultato finale però, si può dire che lo scontro non ha deluso le attese, dando a sprazzi visioni di buon calcio.
 
PAGELLE
 
TOTTENHAM:
 
ALVAREZ 7: Qui non si passa. ALT
BORRAS 7,5: Fa impazzire gli avversari. MANICOMIO
DE FELICE JOSE 7: Fa salire i suoi. SPONDA
FLECHA 7: NON RISCHIA MAI. PULITO
GIROLAMI 7,5: Porta inviolata. +1 AL FANTACALCIO
MARTINEZ 8: Come si può marcare?. CONSIGLI
PRIETO 7: Grande prova la sua. EFFICACE
 
 
LIVERPOOL:
 
BALDAZZI 6,5: Un dei più positivi. OLTRE IL RISULTATO
CERBARANO 6: Prova a mettere una pezza. NON VA
DE STEFANI 6: Un po’ sottotono. CI SI RIFARÀ
DE STEFANI 6: Qualche scelta azzardata. RISCHIOSO
ESPOSITO 6: Altalenante. SU E GIÙ
LOTITO 6: Ingabbiato. RECLUSO
MELE 6: Non punge. SPUNTATO
NOVELLI 6: Non porta grandi pericoli in zona offensiva. PECCATO
SCATUZZI 6: Combatte ma non basta. SFORZI VANI
VECCHIO 6: Trova troppa opposizione. TRAFFICO
 
 
 
 
 
 
>> LE ALTRE PARTITE
 
 
 
⚽ TORINO - ATALANTA 2-5 
 
Tanti goal e spettacolo nello sfida andata in scena fra Torino e Atalanta, con i Bergamaschi che escono dal rettangolo verde con il bottino pieno di punti a disposizione. Le cinque marcature rifilate al Torino sono una grande prova di forza, considerato anche l’avversario tutt’altro che abbordabile, che in più di una occasione si è dimostrata squadra arcigna e guardinga in Citroencup.
 
 
 
⚽ PSG - BOCA JR. 0-5 
 
L’altro “NG” (no goal) di giornata esce fuori dall’incontro che ha visto sfidarsi i Francesi del Psg e gli Argentini del Boca Juniors. I padroni di casa non sono riusciti a trovare soluzioni offensive valide, ed anzi, hanno lasciato grandi spazi in cui i rivali si sono inseriti ottimamente, sfruttando quasi tutte le opportunità presentatesi. Il risultato finale recita un sonoro zero-cinque, che avrà sicuramente lasciato più di un pensiero per i ragazzi della Tour Eiffel.
Bravi gli Xeneizes a non andare mai in affanno, disputando una grande gara sotto tutti i punti di vista possibili.
 
 
 
⚽ ESPANYOL - ARSENAL 2-7 
 
I Gunners arrivano al Circolo Andrea Doria con un solo obbiettivo stampato in mente: La vittoria.
Al termine del tempo regolamentare si possono ritenere più che soddisfatti, visti i sette goal rifilati ai malcapitati ragazzi dell’Espanyol, che con sole due marcature non sono mai stati una reale minaccia per la causa biancorossa.
Ci sarà tempo per rifarsi, il torneo è ancora lungo.
Chapeau a chi ha giocato invece fuori casa; partita semplicemente perfetta.